Area Riservata

Il rapporto tra DSA ed emozioni è tanto affascinante quanto ambiguo e la questione della relazione tra i due ambiti è ancora aperta: una causalità multipla, o circolare sfugge ad una descrizione rigorosa a causa della grande quantità di variabili che si intrecciano, ma resta empiricamente dimostrato che questa comorbilità attiva spesso reazioni psicologiche che possono ulteriormente accentuare il disturbo stesso, interferire con il trattamento educativo, ostacolare la qualità degli interventi e rappresentare un fattore di rischio psicopatologico.

Aggiornato: Martedì, 03 Aprile 2018 20:29

Psichiatra e Psicoterapeuta ad indirizzo psicodinamico-analitico, laureato e specializzato all'Università la 'Sapienza' di Roma (A.O. Sant'Andrea). Effettua consulenze e terapie farmacologiche dei principali disturbi psichici tra cui i disturbi d'ansia, l'insonnia e i disturbi dell'umore

a cura di Simona Morganti

Si è da poco conclusa l’edizione 2017 del Corso Dipendenza affettiva e Crimini relazionali.
Ci occupiamo da anni di queste tematiche ed ogni edizione di questo corso è una nuova occasione per riflettere sulla complessità di un tema che conosciamo un po’ tutti.

Ancora un altro stupro. Ancora violenza sulle donne. Ancora e ancora.
In questi giorni le notizie di crimini sessuali perpetrati ai danni delle donne riempiono le pagine di giornali e le edizioni dei tg nazionali e locali.

Lo Psicologo scolastico svolge certamente un ruolo importante per la scuola nell'aiutare ad individuare i problemi e le possibili soluzioni, ma è anche un compito che deve svolgersi entro un quadro normativo e deontologico ben definito a cui il professionista e l'istituto devono attenersi rigorosamente.

L'assistenza alla sessualità per i portatori di handicap ancora oggi, nel nostro Paese, è un argomento per certi versi tabù, del quale la politica e la società non sembra vogliano farsene carico, lasciando alle famiglie dei disabili il peso e la responsabilità di gestire una situazione che grava ulteriormente sulle loro vite e sulla vita dei loro assistiti.

di Tania Nicolucci

Dopo tanto impegno per sostenere al meglio l’esame di maturità, le energie sono ben poche, ma a voi neo-diplomati è richiesto un ultimo sforzo!

Pensate che il peggio è andato ma c'è ancora una decisone importante da prendere; cosa fare a settembre? Scegliere una carriera universitaria? Andare a lavorare?

Aggiornato: Martedì, 03 Aprile 2018 20:27

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni