Area Riservata

Pubblicato in L'amore sano e l'amore malato

Stalking: reato estinguibile con un risarcimento in denaro? Domani il voto In evidenza

Recensioni
(0 Voti)
13 Nov 17

di Simona Morganti

25 Novembre 2017 CAPITOLO II

In Italia commette reato di stalking: chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in maniera da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura, ovvero da ingenerare un fondato timore per l’incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita.

  • Minacciare significa prospettare un male futuro e ingiusto, la cui verificazione dipende dalla volontà dell’agente.
  • Molestia è quella condotta idonea ad alterare dolosamente, fastidiosamente o inopportunamente la condizione psichica di una persona 

Chi mette in atto reiteratamente condotte come la minaccia e la molestia lo fa in base ad un preciso disegno, ad una strategia: questa è l’innovazione introdotta dalla legge 38 del 2009 che riesce dunque a individuare l’intenzione sottostante ai singoli comportamenti, precedentemente denunciabili solo isolatamente l’uno dall’altro.

Si è trattato di una vera e propria svolta, in ritardo rispetto ad altri paesi, svolta che rischiava di essere vanificata dall’introduzione, a giugno, dell’art 162ter del codice penale in base al quale, per tutti i reati proseguibili a querela di parte non rimettibile, il Giudice non condanna il colpevole se ha “riparato” le conseguenze dell’illecito, pagando un risarcimento. La vittima ha solamente il diritto di essere ascoltata.

In Italia tra l’altro le cifre dei risarcimenti per danni fisici e psicologici non sono minimamente adeguate, vedi anche quelle relative ai figli delle vittime. (cfr CAPITOLO I di questo dibattito)

Domani la commissione Giustizia alla Camera dovrebbe approvare l’esclusione dello stalking dai reati estinguibili attraverso un risarcimento; l’emendamento da votare è stato presentato dall’on. Mara Carfagna e sostenuto anche dai deputati del PD. 

Vediamo cosa succederà.

Il 25 Novembre, Giornata nazionale contro la violenza di genere è una buona occasione per continuare a parlare di questi temi.



Psicologia insieme ha una sorpresa in serbo per chi sia interessato a lavorare in questo settore.

Continuateci a seguire su questo blog!

 

[1] Dati pubblicati su l’Espresso del 5 ottobre 2017

 

Letto 1541 volte Aggiornato: Lunedì, 13 Novembre 2017 17:09

Blog a cura di:

Simona Morganti

Psicologa e Psicoterapeuta ad indirizzo sistemico-relazionale, svolgo attività clinica presso Psicologia insieme, Studio Associato e Associazione onlus, di cui sono il Presidente. Responsabile dell’area violenza e dipendenza nelle relazioni svolgo in questo settore formazione per operatori e gruppi di sostegno per l’utenza.

Commenta con Facebook o con DISQUS, scegli tu :-)
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Ultime dal Blog

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni