Area Riservata

Parliamo di maturità. I nostri consigli per affrontare l'ansia degli esami. La nostra intervista su Rainews. 

Pubblicato in In Primo Piano

Dr.ssa Laura Falzone

Ore 8.00: suona la campanella, ed è con una certa emozione che varco la soglia della scuola primaria Pascoli di Varese. Quel suono, nonostante siano passati molti anni, continua a produrre degli effetti, richiama emozioni, interroga ognuno - alunni, docenti, psicologa - sul proprio sapere e sul proprio ruolo.

Cosa ci fa una psicologa a scuola?

Pubblicato in Spazio alle notizie

Dr. Davide Crivellaro

Si è da poco concluso, nell'Istituto comprensivo Don Milani di Turbigo, il nostro progetto educativo sulle emozioni condotto con tecniche di arteterapia rivolto alle tre classi prime della scuola primaria.

La finalità dell'intervento è stata quella di offrire loro uno spazio di espressione libera attraverso l'uso di materiali artistici ed il gioco. Questa esperienza è stata pensata per permettere ai bambini di divenire consapevoli dei propri vissuti emotivi sperimentati all'interno di attività ludico-creative che l'arteterapia utilizza per evocare emozioni.

Pubblicato in Spazio alle notizie

Al via un nuovo progetto di collaborazione con l'Università Ca' Foscari di Venezia e la scuola dell'Infanzia dell'Istituto Comprensivo di via dei Sesami di Roma.

Pubblicato in In Primo Piano

Si è svolto nel fine settimana il primo week-end del master Homework Tutor e Tecnico dell'Apprendimento, giunto alla 4° edizione. Il master rappresenta ormai un "cavallo di battaglia" dell'Associazione, risultando uno dei più richiesti, perché riesce a coniugare qualità e spendibilità dei contenuti mantenendo sempre un'attenzione particolare all'accessibilità per chi decide di frequentarlo.

 Il master inoltre, frequentato da figure professionali che operano con ruoli diversi nell'ambito dell'educazione,   cerca di ridurre le distanze tra teoria e pratica, avvicinando il mondo della ricerca a quello della scuola e a   quello di tutti coloro che operano sul campo. L'obiettivo è creare una comunità di apprendimento in cui le   informazioni e le buone pratiche, supportate da teorie forti e ampiamente condivise dalla comunità   scientifica,  circolino in modo fluido e creino un terreno fertile per aiutare i ragazzi più in difficoltà a ritrovare   il  benessere a scuola, in famiglia e con se stessi.

 Vuoi conoscere meglio cosa fa l'homework tutor? Vai all'articolo sotto:

 Chi é l'Homework Tutor

Pubblicato in In Primo Piano
Giovedì, 02 Novembre 2017 11:51

Emozioni e DSA

Il rapporto tra DSA ed emozioni è tanto affascinante quanto ambiguo e la questione della relazione tra i due ambiti è ancora aperta: una causalità multipla, o circolare sfugge ad una descrizione rigorosa a causa della grande quantità di variabili che si intrecciano, ma resta empiricamente dimostrato che questa comorbilità attiva spesso reazioni psicologiche che possono ulteriormente accentuare il disturbo stesso, interferire con il trattamento educativo, ostacolare la qualità degli interventi e rappresentare un fattore di rischio psicopatologico.

Pubblicato in Psicologia e Scuola

Lo Psicologo scolastico svolge certamente un ruolo importante per la scuola nell'aiutare ad individuare i problemi e le possibili soluzioni, ma è anche un compito che deve svolgersi entro un quadro normativo e deontologico ben definito a cui il professionista e l'istituto devono attenersi rigorosamente.

Pubblicato in Parliamone
Mercoledì, 16 Novembre 2016 08:18

L'Homework Tutor ovvero l'Amico Geniale

…Alla fine dell’estate, quando l’esame era vicino, dopo aver osservato scettica come io cercavo le parole che non conoscevo sul vocabolario, nello stesso ordine secondo cui le trovavo disposte nella frase da tradurre, e mi appuntavo i significati principali, e solo allora mi sforzavo di capire il senso, disse cautamente: “T’ha detto la professoressa di fare così?”. La professoressa non diceva niente, assegnava solo gli esercizi. Ero io che mi regolavo in quel modo. Tacque un po’, quindi mi consigliò: “Leggiti prima la frase in latino, poi vai a vedere dov’è il verbo. A seconda della persona del verbo capisci qual è il soggetto. Una volta che hai il soggetto ti cerchi il complemento oggetto se il verbo è transitivo, o se no gli altri complementi. Prova così”. Provai. Tradurre all’improvviso mi sembrò facile. A settembre andai all’esame, feci lo scritto senza nemmeno un errore e seppi rispondere a tutte le domande.
(da “L’amica geniale” di Elena Ferrante)

È dunque solo questione di metodo?

Pubblicato in Psicologia e Scuola
Venerdì, 12 Gennaio 2018 09:54

Polo Scolastico a Roma

Uno spazio dedicato ai ragazzi delle scuole medie che hanno bisogno di aiuto per fare i compiti pomeridiani
A Roma, in via Antonio Sebastiani 31/33, a pochi passi dalla fermata PARCO DI CENTOCELLE della Metro C

Pubblicato in Spazio alle notizie

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni