Area Riservata

Aggiornato: Martedì, 14 Maggio 2019 14:21

Dr.ssa Alessandra Schiavi

Giovedì 7 marzo "Psicologia Insieme" parteciperà all'evento organizzato da Amnesty International Gruppo 296 "La vittima ignorata, dal reato di femminicidio ai bambini invisibili orfani di crimini domestici.

Aggiornato: Domenica, 07 Aprile 2019 09:13

di Valentina Interlandi

"Sai papà, tu ieri sera non hai capito proprio niente quando continuavo a fare i capricci" ha detto tempo fa un bambino di 5 anni a suo padre. "Eri tu che mi dovevi aiutare a smettere, io da solo non ci riuscivo!" (Dal libro "Il bambino lasciato solo" di Alba Marcoli)

Oggi si parla molto di autostima dal momento che è abbastanza acquisito che le persone con una buona autostima hanno una maggiore apertura all’ambiente, una maggiore autonomia, una maggiore fiducia nelle proprie capacità e, in definitiva, sperimentano un maggiore benessere personale.

L’autostima dipende in gran parte dalla propria storia personale e da fattori individuali che ci portano a formulare una descrizione di noi stessi: per alcuni può essere difficile fare una descrizione obiettiva di sé, che includa sia i pregi che i difetti, ed imparare a valorizzarsi. Nel confronto con gli altri la tendenza è quella a considerarsi perdenti.

Questo porta inevitabilmente ad un sentimento di demotivazione e a disimpegno e disinteresse. Si è portati a vedere esclusivamente le proprie debolezze ed a trascurare i propri punti di forza: si è più fragili e meno autonomi.

E’ però possibile migliorare la propria autostima attraverso un percorso che cominci dal rivedere in maniera più realistica la propria descrizione di sé, stimolando una maggiore consapevolezza dei propri punti di forza, con l’obiettivo finale di imparare a non arrendersi e a raggiungere gli obiettivi più adeguati alla propria personalità ed alle proprie competenze.

 A partire da fine Febbraio in partenza il primo ciclo di incontri biblioterapia dedicato all'autostima

Dott. Marco Borgia.
Laurea triennale in Scienze Psicologiche Applicate, studente magistrale in Psicologia clinica. 
Homework Tutor per ragazzi con difficoltà o con disturbi specifici di apprendimento (DSA) e ADHD

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni