Area Riservata

Dr.ssa Laura Falzone

Ore 8.00: suona la campanella, ed è con una certa emozione che varco la soglia della scuola primaria Pascoli di Varese. Quel suono, nonostante siano passati molti anni, continua a produrre degli effetti, richiama emozioni, interroga ognuno - alunni, docenti, psicologa - sul proprio sapere e sul proprio ruolo.

Cosa ci fa una psicologa a scuola?

Pubblicato in Spazio alle notizie

di Alessandra Schiavi

I fatti di cronaca, a volte, hanno una singolare coincidenza con il calendario. Prendete la Giornata nazionale contro il bullismo, celebrata per la prima il 7 febbraio. E' certamente la conseguenza di un impegno che deve essere allargato a tutti i livelli sociali. Il bullismo è una realtà triste, a volte con risvolti drammatici, che si manifesta in varie forme e che deve essere contrastato attraverso una responsabilità educativa che chiami in causa tutti coloro che hanno un ruolo nella vita dei bambini e dei ragazzi.

Venerdì, 16 Aprile 2010 12:52

Il bullismo. Weekend di approfondimento

Aspetti criminologici e di intervento
Data: 16 e 17 Aprile 2011

Pubblicato in Eventi Svolti

Il fenomeno del bullismo purtroppo sta al passo con i tempi e "si arricchisce" di nuove preoccupanti manifestazioni

Data: sabato 25 ottobre

SEDE: ROMA

Pubblicato in Eventi Svolti

Il “Cyberbullismo” è costituito da tutte le azioni aggressive effettuate attraverso i nuovi strumenti di comunicazione (cellulare, chat…) da una persona singola o da un gruppo che hanno l’obiettivo di far male o danneggiare un coetaneo che non può facilmente difendersi. Secondo uno studio di un gruppo di ricercatori europei, circa il 10% degli adolescenti tra i 12 e i 14 anni ne è vittima.

Dall’inglese bullying, il termine bullismo indica un comportamento che mira consapevolmente a fare del male, che è persistente- talvolta dura per settimane, mesi e perfino anni- e da cui è difficile difendersi. Occorre fare attenzione, però, a non confondere il bullismo con i litigi tra coetanei; la differenza è che un litigio non è né intenzionale, né ripetuto.

di Simona Morganti

Lunedì, 28 Marzo 2011 12:06

Bullo o criminale?

Il Bullismo troppo spesso viene "liquidato" come un semplice "gioco da ragazzi". Se immaginiamo la figura del classico bullo viene in mente un compagno di scuola più grande che commette piccole prepotenze, che ruba la merenda, che prende in giro e che al massimo arriva a tirare un pugno.

di Simona Ruffini

LA VIOLENZA E IL BULLISMO NELLA SCUOLA
PROGETTO INTEGRATO DI PREVENZIONE E STRATEGIE DI INTERVENTO

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni