Area Riservata

Pubblicato in Vado dallo Psicologo?

Chi è il sessuologo?

Recensioni
(0 Voti)

Nel presente articolo della rubrica "Vado dallo psicologo?" intendiamo approfondire quali sono le competenze della figura del sessuologo e quali possono essere le problematiche della sessualità

di Silvia Rondinelli

 

Il sessuologo è un medico o uno psicologo o psicoterapeuta che si è specializzato in ambito sessuologico e che è in grado di operare in tutti gli ambiti di intervento propri dello psicologo, con specifiche competenze che gli consentono di diagnosticare e curare determinate patologie a carattere sessuale.

Una normale risposta sessuale attraversa le 4 fasi qui descritte:

  1. Desiderio
  2. Eccitazione
  3. Orgasmo
  4. Risoluzione

Le disfunzioni psicosessuali sembrerebbero imputabili proprio ad un cattivo funzionamento di una di queste quattro fasi. In tal modo i Disturbi sessuali possono aver luogo in una o più di queste stesse fasi di risposta sessuale.

  • Disturbi del desiderio sessuale:

Desiderio sessuale ipoattivo
Avversione sessuale

  • Disturbi dell'eccitazione sessuale:

Disturbo dell'eccitazione sessuale femminile
Disturbo maschile dell'erezione

  • Disturbi dell'orgasmo femminile:

Anorgasmia

  • Disturbi dell'orgasmo maschile

Eiaculazione precoce
Eiaculazione ritardata 

  • Disturbi da dolore sessuale:

Dispareunia (maschile e femminile)
Vaginismo

La professionalità del sessuologo può operare sia in ambito individuale che di coppia.

Prima di iniziare un percorso sessuologico il sessuologo ha il compito di orientare il paziente verso un trattamento più indicato come l’ andrologo o il ginecologo, per escludere eventuali cause organiche, come ad esempio, carenze ormonali, assunzione o abuso di farmaci ecc.. e concentrarsi, in un secondo momento, sulla specificità del problema.

I Disturbi sessuali di natura psichica sono caratterizzati da una possibile dinamica psicologica personale e/o interpersonale che interferisce negativamente su una o più parti della sfera sessuale dell'individuo.

Alcuni dei motivi che possono provocare queste dinamiche possono essere:

- evitamento del piacere sessuale causato da sensi di colpa o conflitti interni

- mancata conoscenza del proprio corpo e di quello del partner

- tensioni psicologiche verso il partner che portano ad evitare il più possibile i rapporti sessuali

- ansia da prestazione

E’ importante intercettare e intervenire sul disagio in ambito sessuale fin dalle sue prime manifestazioni, prima che si strutturi in un vero e proprio disturbo

Letto 2282 volte

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni