Area Riservata

Pubblicato in Psicologia per la famiglia

Piccoli mali che fanno bene. L'importanza di supportare i figli nelle frustrazioni. In evidenza

Recensioni
(1 Voto)
27 Ott 16

di Alessandra Schiavi

Alzi la mano un genitore che non vorrebbe vedere il proprio figlio sempre felice. Penso che se ponessi questa domanda in una platea di mille e mille genitori non vedrei un solo dito sollevato.

E' da questo desiderio legittimo che nasce un fraintendimento piuttosto diffuso oggigiorno:

"Per rendere felice il mio bambino devo evitargli tutte le difficoltà!"

Questo è vero fino ad un certo punto. La felicità non equivale all'assenza di problemi, ma alla capacità di saperli affrontare. E' giusto e necessario che ogni genitore faccia il possibile per far crescere il proprio figlio in un ambiente sereno, in cui senta di essere amato, vengano riconosciute tutte le sue emozioni e senta compresi e corrisposti i suoi bisogni. Ma non è altrettanto positivo quando i genitori cercano di evitare ai propri figli qualsiasi difficoltà o fonte di dispiacere. Dalla punizione dell'insegnante che viene ritenuta ingiusta e fuori luogo per il proprio pargolo senza magari sapere come sono andate le cose, all'intervento nel gruppetto di bambini che giocano, per prendere le sue parti.

Le frustrazioni che hanno una motivazione fanno parte della vita ed è necessario imparare ad affrontarle. Nessuno si aspetta che un bambino di prima elementare possa leggere "I promessi sposi", ma invece pretendiamo che i futuri adulti affrontino le difficoltà che la vita pone senza aver mai imparato a gestire piccole frustrazioni da bambini.

Cosa può imparare il bambino dalle piccole frustrazioni?

  • a dominare i proprio impulsi
  • a riconoscere i limiti tra lui ed il mondo
  • a sopportare le difficoltà
  • ad aspettare e rimandare la soddisfazione dei propri desideri
  • a non dare eccessiva importanza ad essere il primo e il migliore

Naturalmente tutto va adeguato all'età del bambino. Se è importante che un neonato venga subito coccolato nel momento in cui manifesta un bisogno di contatto, un bambino di 4 anni può capire che la mamma andrà a giocare con lui quando avrà finito di preparare la cena.

Dove nasce la difficoltà del genitore nell'accompagnare il figlio alla scoperta che il mondo è fatto anche di limiti e di difficoltà?

  • non riuscire a dire NO: molti genitori sembrano essere troppo preoccupati di dimostrare ai figli di essre bravi genitori e temono che rispondere di no comprometta questa immagine. Un genitore adeguato conosce l'importanza di porre dei limiti, anche quando questo lo rende momentaneamente impopolare
  • temere che il bambino soffra: i genitori talvolta sono troppo preoccupati che i bambini siano "traumatizzati". Le emozioni negative sembrano essere pericolose, il genitore per questo tende a negarle e ad evitarle. Ma i bambini possono provare gioia come rabbia e tristezza senza che questo intacchi la loro serenità se sanno di avere accanto un genitore in grado di "reggere" anche le loro emozioni negative

La famiglia è il primo luogo dove il bambino impara ad affrontare in maniera positiva la regola di vita che non può andare sempre tutto come lui desidera. Sembra difficile?

Ecco cinque suggerimenti per insegnare ai nostri figli ad affrontare le frustrazioni:

  1. non sostituirsi a loro per risolvere le difficoltà, meglio affiancarli;
  2. accogliere tutte le emozioni senza paura, anche quelle "negative";
  3. non aspettarsi la perfezione, il bambino lo sente e sarà una corsa continua per essere all'altezza;
  4. valorizzare più l'impegno che il risultato in tutto ciò che il bambino fa, soprattutto di fronte alle difficoltà;
  5. insegnare che è possibile rimandare la soddisfazione dei desideri e ad accettare che alcuni non vengano corrisposti;
  6. non negare gli errori, capita a tutti di sbagliare, ma rivalutarli come occasione di apprendimento;

Con questi atteggiamenti renderemo realmente sereni i nostri bambini.

Se desideri approfondire l'argomento scarica il nostro ebook sui Capricci dei bambini. Vai alla SEZIONE DOWNLOAD
Letto 10038 volte Aggiornato: Mercoledì, 13 Febbraio 2019 21:37

Blog a cura di:

Alessandra Schiavi

Psicologa psicoterapeuta, con l'Associazione “Psicologia Insieme” onlus, svolgo attività di informazione e promozione del benessere psicologico con servizi di orientamento psicologico e progetti nelle scuole. Socio dello Studio Associato Centro Studi e Terapia Psicologia Insieme con attività di consulenza e psicoterapia con problematiche legate all’ansia, all’autostima, alla depressione, alle relazioni, alle nuove dipendenze ed alla genitorialità, formazione agli operatori.

Commenta con Facebook o con DISQUS, scegli tu :-)
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Altro in questa categoria: Capricci... che fatica! »

Ultime dal Blog

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornati sulle nostre iniziative e promozioni